Nextam Partners Banca Generali
Home Contatti Mappa del sito
  percorso:  Glossario > Termini dalla Q alla Z English     Glossario    




 

GLOSSARIO

 TERMINI DALLA Q ALLA Z


A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V X Y Z

Q

· Qualità del credito: La qualità del credito indica la valutazione di un'obbligazione in relazione alla sua qualità e sicurezza. Le due principali agenzie internazionali indipendenti che assegnano il rating sulla qualita` del credito sono Moody's e Standard & Poor's. Entrambe prevedono diverse graduazioni di rischio a seconda dell'emittente considerato: i titoli di emittenti con elevato standing creditizio hanno rating compreso tra AAA e BBB- (S&P) e tra Aaa e Baa3 (Moody's); quelli con standard creditizio medio hanno rating compreso tra BB+ e B- (S&P) e Ba1 e B3 (Moody's); i titoli di emittenti ad alto rischio, infine, hanno rating pari o inferiori a CCC per S&P e a Caa1 per Moody's. Il rating è stato espresso nelle politiche di investimento rispettando la scala appena evidenziata.

· Quota di un fondo: Le quote di partecipazione a un fondo sono le unità in cui il fondo è suddiviso. Hanno tutte uguale valore e godono di uguali diritti. All'atto della sottoscrizione al partecipante del fondo viene attribuito un umero di quote proporzionale all'importo versato.

INIZIO

R

· Rating: E' una classificazione della qualità creditizia attribuita a diversi strumenti finanziari, tipicamente di natura obbligazionaria, ed esprime una valutazione circa le prospettive di rimborso del capitale e del pagamento degli interessi dovuti secondo le modalità e i tempi previsti. Le due principali agenzie internazionali indipendenti che assegnano il rating sono Moody's e Standard & Poor's. Entrambe prevedono diverse graduazioni di rischio a seconda dell'emittente considerato: i titoli di emittenti con elevato standing creditizio hanno rating compreso tra AAA e BBB- (S&P) e tra Aaa e Baa3 (Moody's); quelli con standard creditizio medio hanno rating compreso tra BB+ e B- (S&P) e Ba1 e B3 (Moody's); i titoli di emittenti ad alto rischio, infine, hanno rating pari o inferiori a CCC per S&P e a Caa1 per Moody's. Il rating è stato espresso nelle politiche di investimento rispettando la scala appena evidenziata.

· Regimi di tassazione: Con l’entrata in vigore della riforma sulla tassazione delle rendite finanziarie, dal 1° Gennaio 2012 l’aliquota di tassazione sui redditi di capitale derivanti dall’investimento in Fondi e Sicav è stata variata dal 12,5% al 20%. Dal 1° Luglio 2014 l’aliquota è stata aumentata al 26%. Per i redditi di capitale derivanti da titoli di Stato e titoli equiparati sarà mantenuta la tassazione agevolata del 12,5%, anche nel caso in cui questi strumenti siano presenti all’interno del portafoglio dei Fondi e Sicav. L’investimento in Fondi e Sicav gestiti, pertanto, consentirà di beneficiare di una tassazione che potrà essere inferiore al 26%, in relazione alla quantità di titoli con tassazione agevolata presenti nei portafogli. Tale percentuale, secondo la normativa, viene calcolata ogni 6 mesi.

· Regolamento: E' l'insime delle norme che regolano l'attività del fondo e lo caratterizzano rispetto agli altri. viene approvato da Banca d'Italia.

· Relazione semestrale: E' un documento pubblicato dai fondi comuni d'investimento che contiene il riepilogo delle attività possedute e una nota illustrativa relativa all'operatività nel primo semestre dell'anno. E' utile per valutare la politica di gestione seguita.

· Rendiconto annuale: E' un documento che comprende il portafoglio del fondo e le note esplicative dell'attività svolta, con analisi e commenti sulla gestione.

· Rendimento annualizzato: Per rendere confrontabili performance calcolate su orizzonti temporali di durata diversa, è possibile convertirne il valore a una base temporale comune, in genere pari all'anno. Questo calcolo può essere effettuato o avvalendosi di un regime a capitalizazione semplice o di uno a capitalizzazione composta. Nel primo caso, se il fondo X ha ottenuto un rendimento del 9% su tre anni e il fondo Y del 10% su due anni, il rendimento annualizzato del fondo X è pari al 3% e quello del fondo Y è pari al 5%. Nel secondo caso, il rendimento anualizzato del fondo X è pari al 2,9% e quelo del fondo Y del 4,88%. La differenza nei risultati prodotti dalle due metodologie è spiegata dal fatto che solo nel regime a capitalizzazione composta si ipotizza un reinvestimento del capitale investito su base annuale.

· Riscatto: E' l'operazione di vendita delle quote di un fondo, a seguito della quale la società di gestione rimborsa al sottoscrittore il valore delle quote riscattate.

· Rischio: E' la possibilita` di subire perdite in conto capitale o di sbagliare il momento in cui investire. Tale probabilita` e` differente a seconda delle caratteristiche dei fondi/portafogli considerati: i meno rischiosi sono tipicamente i monetari, i piu` rischiosi sono invece gli azionari e soprattutto gli azionari specializzati per settore

 

INIZIO

S

· SGR: Le società di gestione del risparmio sono società per azioni con sede legale e direzione generale in Italia autorizzate a prestare servizi di gestione collettiva del risparmio e servizi di gestione patrimoniale individuale. In pratica, la Sgr amministra il patrimonio del fondo o della gestione individuale, scegliendo i titoli da comprare e vendere, l'investimento in liquidità, la composizione del portafoglo e la ripartizione dell'investimento tra azioni e obbligazioni.

· SICAV: Le società di investimento a capitale variabile (Sicav) sono società per azioni con il capitale fluttuante in funzione delle sottoscrizioni e dei rimborsi. Hanno come oggetto esclusivo l'investimento collettivo del patrimonio raccolto mediante l'offerta al pubblico di proprie azioni. La differenza rispetto ai fondi comuni è data dal fatto che il risparmiatore, acquistando azioni anziché quote, ha diritto di voto e può influire direttamente sulla gestione della società.

· SIM: Le società di intermediazione mobiliare (SIM) sono imprese a cui è riservato l'esercizio di servizi di investimento nei confronti del pubblico. Possono negoziare azioni, obbligazioni, quote di fondi comuni, prodotti derivati collocare e distribuire presso il pubblico strumenti finanziari per conto dell'emittente gestire patrimoni privati.

· Scadenza: La scadenza corrisponde alla data in cui uno strumento di debito, come un'obbligazione, deve essere pagato.

· Società a capitalizzazione medio-bassa: Si intendono quelle società le cui azioni quotate presentano una capitalizzazione (grandezza data dal prezzo di mercato corrente moltiplicato per il numero di azioni in circolazione) inferiore ad un valore corrispondente a 500 milioni di Euro

· Sottoscrizione: E' l'acquisto delle quote di un fondo. Un investitore che sottoscrive un fondo affida i propri risparmi a una società appositamente costituita che investe i capitali per conto e nell'interesse di tutti i partecipanti.

· Standard & Poor's (S&P): E' una delle due principali agenzie internazionali indipendenti (essendo l'altra Moody's) che assegna un rating ai titoli obbligazionari.

· Standard & Poor's 500 (S&P 500): indice rappresentativo del mercato azionario USA.

· Switch tra fondi: Lo switch è il trasferimento di denaro da un fondo a un altro.

INIZIO

T

· TER (total expense ratio): E' un indice riassuntivo dell'incidenza delle commissioni sul patrimonio del fondo. È calcolato come il rapporto percentuale fra il totale degli oneri posti a carico del fondo e il patrimonio medio dello stesso. Per il suo calcolo vengono utilizzati le commissioni di gestione dovute alla Sgr, il compenso riconosciuto alla Banca Depositaria, le spese per la stampa dei Rendiconti del fondo, i bolli e le spese sulle operazioni sui titoli in portafoglio, le spese di revisione della contabilità e dei Rendiconti del Fondo e il contributo di Vigilanza alla Consob. La quantificazione degli oneri non tiene conto degli oneri fiscali gravanti sul Fondo e di quelli gravanti sul sottoscrittore, da pagare al momento della sottoscrizione e del rimborso.

· Total Return: Il rendimento complessivo, o total return, è la somma della rivalutazione del capitale e dell'incasso del dividendi divisa per l'investimento originale. Il total return non va confuso con il rendimento semplice.

· Tracking Error: La Tracking Error Volatility descrive la volatilità dei rendimenti differenziali di un fondo rispetto ad un'indice di riferimento. Nel caso di un fondo a gestione passiva, la TEV consente di valutare con quanta fedeltà il gestore è riuscito a replicare il proprio benchmark. Inversamente, quanto più elevato è il valore assunto dalla TEV, tanto più indipendenti sono state le scelte del gestore rispetto all'andamento dell'indice scelto come riferimento.

INIZIO

V

· Valore Quota: Il valore della quota è il prezzo di una singola quota del fondo. Le quote di partecipazione a un fondo sono le unità in cui il fondo è suddiviso.

· Valore unitario: Il valore unitario è il prezzo di un singolo titolo. Nel caso dei fondi di investimento si parla di valore della quota.

· Valuta del fondo: La valuta di un fondo è la valuta nella quale il fondo è denominato.

· Valutazione della performance: La valutazione della performance è un processo in due fasi per misurare i risultati di gestione di un fondo. Si analizza in prima istanza come il gestore si è comportato a confronto con il benchmark di riferimento e poi si indagano i metodi utilizzati per realizzare i risultati conseguiti (per esempio se il gestore ha rispettato il piano di investimento originale).

· Variazione rispetto alla categoria: Rappresenta la prestazione di un fondo rispetto alla media di tutti i fondi presenti nella stessa categoria.

· Vendita allo scoperto: La pratica di prendere a prestito un titolo dietro deposito di garanzia collaterale, vendendolo immediatamente sul mercato allo scopo di riacquistarlo in seguito ad un prezzo inferiore.

· Volatilità: La volatilità è l'oscillazione che si registra nel prezzo di un titolo. La deviazione standard è lo strumento solitamente utilizzato per misurare la volatilità.

INIZIO

Y

· YTD (year to date): Letteralmente, da inizio anno all'ultimo valore disponibile

· Yield: Lo Yield è il tasso di rendimento, espresso in percentuale, corrisposto a fronte di un investimento - in forma di dividendi per le azioni e i fondi, o come cedola per le obbligazioni.

INIZIO

 

 
 
· Termini dalla A alla D
· Termini dalla E alla H
· Termini dalla I alla P
· Termini dalla Q alla Z

19-set-2019
© copyright Nextam Partners 2001 / 2005