Nextam Partners Banca Generali
Home Contatti Mappa del sito
  percorso:  Glossario > Termini dalla I alla P English     Glossario    




 

GLOSSARIO

 TERMINI DALLA I ALLA P


A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V X Y Z

I

· Income Ratio: L' income ratio è la percentuale di reddito distribuito per ciascuna quota. E' ottenuto dividendo l'ammontare complessivo netto distribuito dal fondo (cioè l'ammontare complessivo distribuito al netto delle spese operative) per il suo patrimonio netto medio. Il rapporto rivela quanta parte del rendimento del fondo può essere attribuita all'ammontare distribuito. Un rapporto elevato significa che il rendimento del fondo dipende prevalentemente dalla distribuzione dei dividendi o dal pagamento delle cedole, mentre il rendimento complessivo di un fondo con un basso income ratio è generato principalmente dall'aumento del valore del capitale.

· Indice: Un indice è costituito da un gruppo di titoli che rappresentano una determinata area di investimenti. Tra gli indici di Borsa in Italia vi sono, per esempio, Comit, Mibtel, Mib30.

· Indice di Sharpe: L'indice di Sharpe misura il rapporto tra il rendimento e il rischio di un'attività finanziaria. Il nome deriva dal premio Nobel per l'economia, William Sharpe.Viene calcolato usando la deviazione standard e il rendimento in eccesso per determinare un compenso per unità di rischio. Quanto più alto è l'indice, tanto migliore è la performance storica del fondo corretta per il rischio. Si calcola come rapporto tra i rendimenti annualizzati in eccesso del fondo e la deviazione standard dei rendimenti in eccesso annualizzati, nell'arco temporale degli ultimi 36 mesi. Dato che l'indice utilizza la deviazione standard come misura di rischio, è più adeguatamente applicabile nel caso in cui il fondo in questione sia l'unica forma di investimento di una persona. L'indice di Sharpe può essere utilizzato per paragonare due fondi e determinare quanto rischio abbiano dovuto sostenere per sovraperformare l'attività priva di rischio.

· Indici Fideuram: Gli indici Banca Fideuram dei Fondi Comuni sono stati istituiti nel dicembre 1983 in concomitanza con l'esordio sul mercato finanziario italiano dei fondi comuni di investimento mobiliare. Il calcolo viene effettuato giornalmente prendendo a riferimento il sistema di calssificazione dei fondi adottato dall'Associazione di categoria Assogestioni (le categorie dei fondi sono pubblicate su "Il Sole 24 Ore"). Esistono infatti indici Banca Fideuram per ciascuna delle categorie di fondi riconosciute, a cui si aggiunge l'indice generale che comprende tutte le categorie dei fondi di diritto italiano. Il calcolo degli Indici Banca Fideuram dei Fondi Comuni d'Investimento comprende tutti i fondi italiani in attività alla fine di ogni trimestre solare (31 marzo, 30 giugno ecc.). Gli indici sono calcolati come media ponderata delle quotazioni giornaliere dei fondi rientranti in una data categoria o sottocategoria rapportate alla quotazione base. La ponderazione resta quindi invariata per un trimestre, prendendo a riferimento i patrimoni dei fondi valorizzati alla fine del trimestre solare precedente. I fondi di nuova emissione entreranno a far parte del calcolo dal trimestre solare successivo a quello della data di emissione sul mercato.

· Inflazione: Con inflazione si indica il livello al quale i salari e i prezzi aumentano in un dato periodo di tempo, solitamente un anno.

· Information Ratio: E` una misura della consistenza (nel tempo) del valore aggiunto da un gestore. Si propone di misurare il valore aggiunto dal gestore per unita' di rischio aggiuntivo preso rispetto al benchmark. E' calcolato rapportando il differenziale di rendimento tra fondo ed indice di riferimento alla Tracking Error Volatility.

· Investment grade: E' il rating assegnato da Moody's e Standard & Poor's ai titoli di emittenti con elevato standing creditizio. Tale rating è compreso tra Aaa e Baa3 (Moody's) e tra AAA e BBB- (S&P)

· Intermediario: Il broker (o intermediario) è una società o una persona fisica che agisce come intermediario tra chi vende e chi acquista titoli. L'intermediario applica una commissione sulle transazioni. A differenza del dealer (operatore di borsa), il broker non ha la proprietà del titolo che vende.

· Investitore istituzionale: Un investitore istituzionale è un operatore che effettua considerevoli investimenti sul mercato mobiliare, disponendo d'ingenti possibilità finanziarie proprie o affidategli in gestione. Le società di gestione del risparmio sono tipici investitori istituzionali.

INIZIO

J

· JP Morgan EMU Index: indice rappresentativo dei titoli di Stato maggiormente trattati nei mercatii dell'Unione Monetaria Europea e relative cedole

· JP Morgan Global Index: indice rappresentativo dei titoli di Stato maggiormente trattati sui mercati obbligazionari internazionali e relative cedole.

· Junk Bond: Letteralmente il junk bond è un'obbligazione 'spazzatura' è il termine usato per indicare obbligazioni emesse da società o enti poco affidabili che compensano con maggiori rendimenti il rischio che l'investitore si assume

INIZIO

L

· Leva Finanziaria: È il rapporto tra la somma del capitale proprio e del capitale di terzi di una data società e il capitale proprio della medesima. L'utilizzo della leva finanziaria (il ricorso al capitale di terzi) produce un effetto moltiplicativo sulla differenza tra la redditività del capitale proprio e il costo del denaro. In finanza è la pratica con cui ci si indebita per aumentare l'importo investito in una determinata posizione quando si ritiene che il rendimento della stessa supererà il costo dell'indebitamento. Il multiplo con cui è espressa la leva sarà tanto maggiore quanto maggiore è il ricorso all'indebitamento. Una leva finanziaria pari a 1 significa che non si è fatto ricorso all'indebitamento.

· Liquidabilità: La liquidabilità è una misura della facilità di vendere e comprare strumenti finanziari senza modificarne sensibilmente il prezzo.

INIZIO

M

· MSCI Europe Daily Total Return (DTR) Index: indice rappresentativo dei principali mercati azionari europei e relativi dividendi.

· MSCI World Index: indice rappresentativo dei principali mercati azionari mondiali.

· MSCI World Daily Total Return (DTR) Index: indice rappresentativo dei principali mercati azionari mondiali e relativi dividendi.

· MTS ex Bankit BOT (lordo): indice rappresentativo dei Buoni Ordinari del Tesoro trattati nel mercato telematico dei titoli di Stato (MTS).

· MTS ex Bankit Generale (lordo): indice rappresentativo di tutti i valori mobiliari trattati nel mercato telematico dei titoli di Stato.

· Market Timing: Il market timing è una strategia d'investimento attraverso la quale gli investitori acquistano e vendono strumenti finanziari per trarre beneficio dalle oscillazioni di breve periodo dei loro prezzi.

· Mercati regolamentati: Si intendono quelli iscritti dalla Consob nell'elenco previsto dall'art. 63, comma 2, ovvero nell'apposita sezione prevista dall'art. 67, comma 1, del D. Lgs. 58/98. Oltre a questi sono da considerarsi mercati regolamentati anche quelli indicati nella lista approvata dal Consiglio Direttivo dell'Assogestioni pubblicata sul sito internet www.assogestioni.it.

· Moody's: E' una delle due principali agenzie internazionali indipendenti (essendo l'altra Standard & Poor's) che assegna un rating ai titoli obbligazionari.

INIZIO

N

· NAV: il Net Asset Value (NAV), ovvero il Patrimonio Netto, indica il valore degli investimenti di un fondo ed è calcolato come differenza fra il totale degli investimenti e le passività del fondo.

· Net Exposure: La differenza tra l'esposizione lunga e l'esposizione corta di un portafoglio. Tale ammontare viene comunemente espresso in percentuale rispetto al NAV: Net Exposure = (Esposizione lunga / Esposizione corta)/ NAV

· Net Long: Un portafoglio è caratterizzato da una esposizione Net Long quando l'esposizione lunga è maggiore della esposizione corta.

· Net Short: Un portafoglio è caratterizzato da una esposizione Net Short quando l'espozione corta è maggiore della esposizione lunga.

INIZIO

O

· O.C.S.E.: E` l`Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico cui aderiscono i Paesi industrializzati ed i principali Paesi in via di sviluppo; per un elenco aggiornato degli Stati aderenti all`Organizzazione e` possibile consultare il sito www.oecd.org.

· O.I.C.R.: Per OICR (organismi di investimento collettivo del risparmio) si intendono i fondi comuni di investimento e le Sicav.

· Obbligazione: L'obbligazione è uno strumento di debito del capitale emesso dagli Stati o dalle società. Durante la vita di un'obbligazione, il suo possessore riceve regolarmente il pagamento degli interessi calcolati sul tasso nominale. A maturazione il debito viene ripagato. Esistono alcune eccezione, come le obbligazioni zero coupon, così dette perché per esse non è previsto il pagamento degli interessi, ma uno sconto all'emissione.

· Obbligazione con cedola : Si tratta di un'obbligazione con cedole da staccarsi alla data di scadenza e da presentarsi per l'incasso degli interessi cui danno diritto.

· Obbligazione converitbile: E' un'obbligazione convertibile quella obbligazione emessa da una società che può essere convertita in azioni di quella società durante la vita dell'obbligazione a un prezzo prestabilito. La decisione di convertire o meno l'obbligazione può essere rimessa all'emittente o all'investitore, ma non è obbligatoria.

· Obbligazione societaria (o corporate): L'obbligazione societaria è un'obbligazione emessa da una società privata come mezzo di raccolta di capitali. Il valore nominale dell'obbligazione viene corrisposto alla scadenza, mentre gli interessi vengono versati ad intervalli fissi. Le obbligazioni vengono negoziate sulla maggior parte delle piazze finanziarie mondiali.

· Obbligazione zero coupon: L'obbligazione zero coupon è emessa con uno sconto sul suo valore nominale, ma non dà diritto a cedole.

· Obiettivo d'investimento: L'obiettivo di investimento è la finalità che un gestore persegue mediante una precisa strategia.

INIZIO

P

· Paesi emergenti. Si intendono quei Paesi che presentano un debito pubblico con rating basso (pari o inferiore a "BBB-" oppure a "Baa3", attribuito da agenzie indipendenti, rispettivamente Standard & Poor's e Moody's) e quindi contraddistinti da un elevato rischio di insolvenza.

· Patrimonio Netto: Il Patrimonio Netto indica il valore degli investimenti di un fondo ed è calcolato come differenza fra il totale degli investimenti e le passività del fondo.

· Performance: La performance è la misura della crescita o del decremento di un investimento in un dato periodo. Gli investitori possono confrontare le performance dei fondi con strategie di investimento simili per trarre informazioni circa i loro andamenti.

· Performance corretta per i costi: Con performance corretta per i costi (in inglese cost adjusted performance) si intende il rendimento di un fondo al netto di tutte le commissioni che gravano sullo stesso. E' un indicatore utile per misurare accuratamente il rendimento comparato di diversi fondi. Esiste infatti solitamente un trade off tra le commissioni di entrata e quelle di gestione dei diversi fondi. Attraverso la performance corretta per i costi, si tiene conto di tutte le voci che gravano sui fondi rendendo quindi più omogenei i rendimenti a confronto.

· Performance cumulate: Trailing return si dice di performance registrate in un dato periodo che può essere annuale, mensile, settimanale o giornaliero.

· Piani di accumulo (PAC): I piani di accumulo del capitale sono una modalità di sottoscrizione di un fondo che prevede versamenti periodici e la possibilità di chiedere il rimborso delle quote maturate dopo un determinato periodo di tempo.

· Piani di investimento (PIC): I piani d'investimento del capitale sono una modalità di sottoscrizione del fondo che prevede un versamento una tantum.

· Portafoglio: Un portafoglio è l'insieme di azioni, obbligazioni e altri strumenti di investimenti. Vedere diversificazione.

· Posizione Corta (Short): E' costituita da una cosiddetta vendita allo scoperto, pertanto si tratta di una posizione in portafoglio di cui si attende il deprezzamento.

· Promotore finanziario: Il promotore finanziario è una persona fisica che esercità l'attività riservata di offerta fuori sede di servizi d'investimento. E' iscritto a un albo nazionale tenuto dalla Consob e opera in regime di monomandato.

· Prospetto Informativo: Il prospetto è un documento scritto dei fondi che viene diffuso prima della vendita delle quote al pubblico e che contiene informazioni dettagliate sul fondo, sui suoi obiettivi di investimento, sulla politica di investimento e una serie di altre informazioni necessarie al risparmiatore che desideri sottoscriverlo. E' obbligatorio per ogni proposta di impiego del risparmio.

INIZIO

 

 
 
· Termini dalla A alla D
· Termini dalla E alla H
· Termini dalla I alla P
· Termini dalla Q alla Z

19-set-2019
© copyright Nextam Partners 2001 / 2005