NextamPartners
Home Contatti Mappa del sito
  percorso:  Domande frequenti English     Glossario    




 

DOMANDE FREQUENTI 

     

 

  • Che cos'è una SGR?

SGR sta per "Società di Gestione del Risparmio", un tipo di società che richiede la forma di S.p.A. e un capitale non inferiore a 1.000.000 di euro. La legge italiana riserva alle SGR la gestione collettiva del risparmio, ossia l'istituzione e la gestione di fondi comuni di investimento e fondi pensione. Le SGR sono altresì autorizzate alla gestione su base individuale di portafogli di investimento per conto terzi. L'autorizzazione alla prestazione del servizio di gestione collettiva del risparmio e di gestione su base individuale di portafogli di investimento per conto terzi è rilasciata dalla Banca d'Italia, sentita la Consob. La Banca d'Italia e la Consob, ciascuna nel proprio ambito, svolgono l'attività di Vigilanza sulle SGR. Gli Amministratori e il Direttore Generale delle SGR devono comprovare di possedere i requisiti di Onorabilità e Professionalità stabiliti dalla legge.

Le SGR autorizzate alla prestazione dei suddetti servizi sono iscritte all'apposito Albo tenuto dalla Banca d'Italia. Nextam Partners SGR S.p.A., è stata iscritta all'Albo delle SGR al n. 129, con Provvedimento del Governatore della Banca d'Italia, in data 15/10/2001.
INIZIO

  • Che cos'è e come funziona un fondo comune di investimento mobiliare di tipo aperto e armonizzato?

Il fondo comune di investimento è un patrimonio costituito con i capitali raccolti tra una pluralità di risparmiatori, ciascuno dei quali detiene un numero di quote proporzionale all'importo che ha versato.
Il Fondo è "mobiliare" poiché il suo patrimonio è impiegato esclusivamente in strumenti e prodotti finanziari. E' "aperto" in quanto il Sottoscrittore è libero di uscire dal Fondo in ogni momento; pertanto il patrimonio varia continuamente in relazione al fatto che siano conferiti nel Fondo nuovi capitali o sia richiesto il rimborso di quelli già versati. È "armonizzato" in quanto, rispettando le previsioni delle direttive comunitarie in materia di organismi di investimento collettivo in valori mobiliari, può essere commercializzato nel territorio dell'Unione Europea in regime di mutuo riconoscimento.
INIZIO

 

  • Chi gestisce i fondi comuni di investimento?

La gestione del patrimonio del Fondo e l'amministrazione dei rapporti con i Partecipanti è affidata ad una società specializzata, la Società di Gestione del Risparmio (SGR).
Gli strumenti ed i prodotti finanziari che fanno parte del patrimonio del Fondo sono custoditi da una Banca Depositaria che vigila sull'effettiva esistenza di tali valori ed accerta la legittimità delle operazioni di emissione e rimborso delle quote del Fondo, il calcolo del loro valore e la destinazione dei proventi del Fondo. La Banca Depositaria accerta altresì che nelle operazioni relative al Fondo la controprestazione le sia rimessa nei termini d'uso ed esegue le operazioni di investimento, disposte dalla SGR, verificandone la regolarità.
Il collocamento delle quote di partecipazione al fondo può essere effettuato, oltre che dalla SGR, da Banca o Imprese di Investimento autorizzate all'esercizio dell'attività di collocamento. Le quote di partecipazione possono essere offerte anche fuori dalla sede legale o dalle dipendenze dell'emittente, del proponente l'investimento o del soggetto incaricato del collocamento. Il collocamento delle quote di partecipazione al fondo può essere realizzato mediante tecniche di comunicazione a distanza, quali ad esempio: il servizio postale, il servizio di banca telefonica, Internet.
La verifica della regolare tenuta della contabilità della SGR e la corretta rilevazione dei fatti di gestione nelle scritture contabili è affidata ad una società di revisione.
INIZIO

 

  • Chi è e cos'è la Banca depositaria?

La Banca Depositaria dei Fondi è State Street Bank – Società per Azioni con sede legale in Milano, Via Ferrante Aporti, 10. Le funzioni di Banca Depositaria sono espletate presso la sede in Milano, Via Ferrante Aporti, 10.
La Banca Depositaria svolge le funzioni previste dalla legge, dalle prescrizioni degli Organi di Vigilanza e dal Regolamento di Gestione del Fondo.
In particolare, presso di essa devono essere depositati tutti gli strumenti finanziari (come ad es. le azioni, le obbligazioni, ecc.) che fanno parte del patrimonio del Fondo, nonché le disponibilità liquide in conti e depositi intestati alla Società di gestione, con l'indicazione che trattasi di averi di pertinenza del Fondo. La Banca Depositaria vigila sull'effettiva esistenza di tali valori ed è inoltre incaricata del regolamento di tutte le operazioni disposte dalla Società di gestione per conto del Fondo.
Alla Banca Depositaria è affidata l'incombenza di controllare che le operazioni disposte dalla SGR, eseguite e da eseguire, siano conformi alla legge, alle prescrizioni degli Organi di Vigilanza e al Regolamento di Gestione del Fondo e che la controprestazione sia ad essa rimessa nei termini d'uso.
Presso la Banca Depositaria sono inoltre accentrate le operazioni di emissione e di estinzione dei certificati rappresentativi delle quote di ciascun Fondo, collegate al momento della riscossione ovvero del rimborso del controvalore. L'intervento della Banca Depositaria al riguardo si concretizza nell' avvaloramento dei certificati medesimi il giorno del regolamento dei corrispettivi e, viceversa, nel loro ritiro e annullamento all'atto del rimborso.
La Banca Depositaria è responsabile nei confronti della Società di Gestione e dei Partecipanti di ogni pregiudizio da questi subito in conseguenza dell'inadempimento dei propri obblighi.
State Street Bank svolge le funzioni di Banca depositaria anche per le gestioni patrimoniali individuali.
INIZIO

  • Come si sottoscrivono quote dei fondi gestiti da Nextam Partners SGR?

Una volta individuato il Fondo o i Fondi in cui si vuole investire, occorre prendere contatto con uno dei soggetti incaricati del collocamento (vedi sezione "Dove sottoscrivere"), compilare e sottoscrivere l'apposito modulo indirizzato alla SGR e inoltrarlo alla medesima direttamente o tramite il collocatore.
La sottoscrizione ai Fondi si attua con le seguenti modalità:


1. Versamenti in unica soluzione di importi non predeterminati;
2. Partecipazione ai piani di accumulazione;
3. Operazioni di passaggio tra fondi.

L'acquisto di quote dei Fondi può avvenire anche mediante tecniche di comunicazione a distanza (Internet) attraverso uno dei soggetti collocatori, indicati nel "Documento sui Soggetti che partecipano all'operazione" (vedi sezione "Prospetto Informativo") che hanno attivato servizi "on line".
INIZIO

 

  • Quali sono i criteri di determinazione del valore unitario della quota e dove tale valore è pubblicato?

Il valore unitario della quota risulta dalla divisione del valore complessivo netto del Fondo, calcolato sulla base dei criteri di valutazione delle attività del Fondo stabiliti dalla Banca d'Italia, per il numero delle quote in circolazione entrambi relativi al giorno di riferimento.
Il valore della quota è calcolato al netto di qualsiasi onere a carico del Fondo. Tale valore è pubblicato giornalmente sul quotidiano Il Sole-24 ORE, con indicazione della relativa data di riferimento.
INIZIO

 

  • Come faccio a determinare il valore dell'investimento effettuato?

Il valore dell'investimento effettuato si determina moltiplicando il numero delle quote detenute, comunicato con la lettera di conferma dell'investimento, per il valore corrente di ciascuna quota così come risulta dal quotidiano Il Sole-24 ORE.
INIZIO

 

  • Quale documentazione dovrò ricevere dopo l'investimento?

A fronte dei versamenti la SGR invia al Sottoscrittore, entro il settimo giorno lavorativo successivo alla data di regolamento dei corrispettivi, una lettera di conferma dell'avvenuto investimento, nella quale sono indicati il numero delle quote attribuite e tutti gli altri estremi dell'operazione effettuata (data, valuta, valore delle quote, controvalore totale). La SGR o i soggetti collocatori provvedono ad inviare annualmente ai partecipanti le informazioni riportate nella "Parte II" del Prospetto Informativo. La SGR provvede altresì a comunicare ai Partecipanti le modifiche essenziali intervenute con riguardo ai Fondi successivamente istituiti ed inseriti nel Prospetto Informativo precedentemente consegnato. Con periodicità semestrale, la SGR invia, su richiesta del partecipante, al domicilio dello stesso un prospetto riassuntivo indicante il numero delle quote ed il loro valore all'inizio ed al termine del periodo di riferimento, nonché le sottoscrizioni e i disinvestimenti.
INIZIO

 

  • Quanto costa investire nei fondi?

Ciascun fondo comune di investimento prevede due tipologie di commissioni: a carico del fondo (commissioni di gestione, di Banca Depositaria e di incentivo se previste) e a carico del cliente (commissioni di ingresso e spese). Le prime, vengono calcolate giornalmente sull'intero patrimonio del fondo, e gravano quindi solo indirettamente sul risparmiatore;le seconde, trattenute nel caso di sottoscrizioni effettuate per il tramite dei soggetti collocatori, prevedono che il Sottoscrittore paghi al momento dell'ingresso nel fondo. E' possibile, sulla base delle apposite convenzioni stipulate tra la SGR ed i soggetti incaricati del collocamento, concedere in fase di collocamento agevolazioni relative alle commissioni di sottoscrizione e di passaggio tra Fondi, anche sino al loro annullamento. Le spese sono importi minimi richiesti al sottoscrittore per ogni operazione a titolo di rimborso spese.
INIZIO

 

  • Cos'è la performance o rendimento di un fondo?

La performance o rendimento di un Fondo è il risultato ottenuto dalla gestione dello stesso (ovvero la variazione percentuale del valore della quota) in un determinato periodo di tempo.
INIZIO

 

  • Qual è la differenza tra un fondo ad accumulazione dei proventi ed uno a distribuzione dei proventi?

Nel primo caso, di gran lunga il più frequente, il risultato della gestione viene progressivamente ricapitalizzato. Nel secondo caso, invece, tale risultato viene periodicamente distribuito sotto forma di stacco cedole. Sulla base di quanto ciascun Sottoscrittore ha deciso al momento della sottoscrizione, tali importi verranno reinvestiti nel fondo o pagati direttamente. A seguito dello stacco della cedola il valore della quota del Fondo subirà un naturale abbattimento, che viene però compensato per il cliente dal pagamento o reinvestimento dei proventi.
INIZIO

 

  • Che cos'è lo switch?

E' il contestuale passaggio da un fondo comune di investimento ad un altro gestito dalla stessa società.
INIZIO

 

  • Che cos'è un benchmark?

E' un parametro di riferimento composto da indici finanziari elaborati da terzi, che sintetizzano l'andamento dei mercati in cui è investito il Fondo.
Le scelte di allocazione realizzate nell'ambito dell'attività di gestione, pur assumendo a riferimento il profilo del benchmark indicato, mirano a realizzare rendimenti di medio periodo migliori, in termini omogenei, di quelli del parametro di riferimento. Ai fini del raggiungimento di tale obiettivo, la gestione del Fondo non tenderà alla semplice riproduzione della struttura del benchmark, rispetto alla quale potranno verificarsi, dunque, scostamenti anche significativi qualora la SGR giudichi gli stessi funzionali ad una migliore allocazione degli investimenti; ciò potrà determinare, soprattutto su periodi brevi, differenze tra le caratteristiche di rendimento e volatilità del benchmark e quelle del Fondo. 
INIZIO



25-mag-2017
© copyright Nextam Partners 2001 / 2005